Il Valore di un Sorriso

MyTime Hotels

Cosa trovi quando arrivi in un MyTime Hotels?

Spesso ci chiediamo come si sente e qual è la prima impressione di chi sceglie di soggiornare in uno dei nostri Hotel nel momento in cui varca la porta della struttura o, per meglio dire, di casa nostra.

Qualche giorno fa, fra una chiacchiera e l’altra con uno dei nostri meravigliosi ospiti, sono riuscito a togliermi questa curiosità! Paolo mi ha raccontato le emozioni del suo “primo giorno” all’Hotel Savoy e abbiamo deciso di dedicargli un piccolo spazio nel nostro blog.

“Sono appena arrivato in uno dei MyTime Hotels e i giovani ragazzi alla reception mi accolgono con un bellissimo sorriso e mi chiedono se desidero una mano per scaricare le valigie. Questa è davvero una coccola gradita dopo un lungo viaggio in macchina! Sono tutti forti e sportivi… sarà forse l’aria di montagna?

Mentre i bimbi si fiondano sulla merenda, noi da bravi mamma e papà sistemiamo le nostre cose in camera. Tutto bello, pulito e in ordine: sono davvero esausto e finalmente mi concedo un po’ di relax sul letto, distrutto dopo sei ore di viaggio, di cui tre passate in coda.

Mi faccio una bella doccia rilassante, sono pronto a schiacciare un pisolino e, proprio sul più bello, piombano i bambini con un sacco di voglia di raccontarci il loro pomeriggio di divertimento in sala giochi. Gli voglio tanto bene, ma che casino fanno! Proprio ora che avevamo bisogno di riposare…

Sento un languorino, guardo l’orologio e per fortuna mi accorgo che è arrivato il momento di andare a cena. Tutti insieme scendiamo in sala e subito veniamo accolti, all’ingresso, da un primo sorriso: è Ivana, che ci dà il benvenuto come lo si dà a degli amici, salutando i nostri bimbi e dandogli la manina. Ma appena varcata la soglia ecco un secondo sorriso: chi è questo ragazzo così giovane e così professionale? È Stefano, il nostro cameriere ventenne, con la battuta sempre pronta, venuto all’Hotel Savoy dopo una bella esperienza all’Hotel La Grotta. Stefano ci fa accomodare al tavolo per raccontarci tutte le piccole opere fatte dai nostri cuochi… che appetito!

Qualche minuto dopo ecco un altro sorrisone: è Alex, il più esperto nel settore, il veterano che dirige tutta l’orchestra della sala ristorante con simpatia e gentilezza. Si vede subito che il suo punto forte è l’organizzazione e con l’eleganza di un vero sommelier ci consiglia il vino perfetto per noi: un ottimo Merlot.

Ormai è fatta, le pietanze stanno arrivando e sono ancora fumanti. Il profumino non riesce a distrarci dal quarto e splendido sorriso di Desi, la sorellina di Stefano, che con una punta di dolce timidezza ci porge i nostri piatti.

In questo momento capisco il significato di una frase che ho sentito ripetere ormai diverse volte: Un piatto servito con il sorriso ha tutto un altro sapore.

Ho voluto raccontarti questa piccola storia perché è parte di noi, del nostro modo di essere e penso sia una delle motivazioni principali che ci fa amare il nostro lavoro.

Michele, Lorenzo e tutta la Big Family dei MyTime Hotels

Vivi una vacanza ricca di sorrisi nei MyTime Hotels:
La Grotta o Savoy?