Ma il genitore va davvero in vacanza?

Vi proponiamo un articolo tratto da Cristiana Rizzi, psicologa e medico di famiglia che consiglia coppie e neogenitori nel loro rapporto coi figli.
Alcuni a voi alcuni suggerimenti per vivere una vacanza in modo armonioso e lontano dallo stress.

“Che la scelta ricada sul mare o sulla montagna, è importante per i bambini trascorrere del tempo con i propri genitori. Se nel quotidiano papà e mamma lavorano e i bambini sono a scuola, in vacanza si ritrova il piacere di condividere insieme tempo, giochi e posti.

Per vivere questo momento in modo sereno, come conciliare il bisogno di relax del genitore e la voglia di esplorazione del piccolo???
Tutti voi vi sarete accorti che le vacanze, da quando siete diventati genitori, sono decisamente cambiate.
Essere genitori significa certamente mettere da parte qualche velleità per dare spazio ai bisogni dei propri figli. Ma allora, direte voi, è proprio vero che il genitore non va in vacanza! Da un certo punto di vista è così, il genitore non va “ in vacanza”, nel senso che non smette mai di essere genitore, neanche in quando è in ferie. Qual è dunque il segreto per non pensare con nostalgia a quei tempi lontani e non rientrare stressati dalle ferie, ma anzi, ricaricati e felici?
Per rispondere a questa domanda vi introduco un termine a me caro : il BAMBINO che c’è in VOI.
Il BAMBINO è la parte pura e istintiva di ognuno di noi, la parte che ama

giocare e creare. È la parte che sa godere della vita. È una parte che tutti noi abbiamo e a cui possiamo dare più o meno voce. Nel lavoro educativo è fondamentale che sia sempre presente, oltre all’ovvio aspetto GENITORIALE, che dà le regole e che si prende cura. Nell’educare i bambini bisogna che ci sia la curiosità, la voglia di scherzare e di giocare. In questo, voi genitori avete il privilegio di poter essere accompagnati alla riscoperta del BAMBINO che c’è in voi proprio dai vostri figli. Sono loro che possono condurvi nel sentiero della spontaneità e della creatività, e lasciare che si riattivi il desiderio di esplorare e sperimentare.
Questo, semplicemente questo, è il segreto. Vivere la vacanza ad altezza bambino, rispecchiando il suo stupore di fronte al nuovo e la sua gioia nella scoperta di una nuova competenza, sporcandovi le mani a contatto con la natura e ridendo insieme. Buone vacanze!!!”

A cura di Rizzi Cristina, psicologa