Motore a Gravitazione ad Aria: Nonno Sandro Ci È Riuscito!

Sai cosa significa Gaisa?

È una parola della nostra terra ​che racchiude tanti significati e un insieme di valori: entusiasmo, determinazione, curiosità.

E proprio con la gaisa io, Nonno Sandro ci sono riuscito, ho realizzato il sogno che coltivavo da più di otto anni:

22 agosto  2019 il Ministero dello Sviluppo Economico rilascia a Boschetto Alessandro

L’ATTESTATO DI BREVETTO PER INVENZIONE INDUSTRIALE

“Motore a gravitazione azionato ad aria”

Se ami la tua terra: rispettala, scopri l’entusiasmo e l’emozione di vivere un mondo possibile, un mondo migliore.

Tutto incomincia da  te come il mare incomincia da una sola goccia d’acqua.

Ieri Renzo Piano: chi non sa interpretare i sogni dell’umanità è destinato a fallire!

Oggi: chi non sa interpretare le esigenze del nostro pianeta terra, percorre la strada destinata al fallimento dell’umanità

Puoi chiedere qualunque cosa che l’ambiente riesca a rigenerare. Ogni cosa in più, la togli ai  posteri.

Sviluppo sostenibile è quell’intelligenza che ti consente di non rinunciare a una  migliore qualità di vita, senza ipotecare il futuro e, magari, recuperare il danno provocato!

Il mio è un progetto che parte lontano senza grosse velleità

Qualche curiosità, quasi un gioco, in garage (che strano… come tanti altri progetti un po’ più famosi di questo!).

L’idea da cui sono partito era: come riuscire dalla spinta di Archimede, dal basso verso l’alto, ad ottenere un movimento rotatorio?

Pesi notevoli stanno a galla nell’acqua grazie alla forza che assorbono: navi, petroliere, chiatte, persino isolotti e che vengono spinti poi dalla combustione di un’immensa quantità di idrocarburi inquinanti.

Il motore a gravitazione sfrutta questa enorme forza per generare un moto rotatorio adatto a produrre energia elettrica.

È azionato ad aria che a sua volta è resa disponibile a una media pressione, recuperando quell’energia green prodotta durante i picchi di produzione da eolico, fotovoltaico, o altra fonte di energia sostenibile. Quest’aria è stivata in grandi quantità, in vecchie miniere del sale, del carbone, o nei pozzi del gas metano esausti.

Sono enormi quantità di energia pulita che si possono conservare senza inquinare! Si possono recuperare in rete in orari di scarsità, evitando di usare le centrali più inquinanti e pure evitando di mettere in giro enormi quantità di costosissime batterie al litio inquinanti e poco sostenibili per accumulare l’energia prodotta sul tetto dal fotovoltaico, riservandole casomai per la mobilità, fintanto che non ci saranno soluzioni migliori.

È stata una bella esperienza piena di tante emozioni!

Mi sono veramente divertito: anche il mio tempo libero era avvolto da”gaisa“!

In questa avventura mi sento in dovere di ringraziare alcune persone: 

  • Prima tra tutte Maria, mia moglie che ha sopportato le mie assenze in “garage” forse inconsapevole, ma anche il suo silenzio per me era un’iniezione di fiducia.
  • I miei figli che hanno sempre dimostrato sincera comprensione.
  • Tutte quelle persone che mi hanno semplicemente ascoltato e stimolato: i tornitori Sandro a Pozza e Dezulian a Predazzo sempre pronti e disponibili, Dino del Consorzio Elettrico di Pozza che supportava pazientemente le mie poche conoscenze
  • Sopratutto mio consuocero Franco, braccio destro operativo ed esperto, che mi ha aiutato a superare fasi impegnative che forse da solo non sarei riuscito ad affrontare

Grazie a tutti, di cuore!

Attenzione però, ci tengo a dire una cosa importante: questo per me non è un’occasione di guadagno (di mero guadagno, avido e poco nobile a mio parere)! Sai qual è la mia vera, sincera e profonda speranza?

Che questa mia invenzione possa in un futuro dare un vero contributo alla salute di questa nostra, amata, Terra!

Con sincera amicizia, un saluto a tutti voi, dal vostro “Nonno dell’Hotel”!

Non hai ancora conosciuto tutta la Big Family?

Te li presentiamo noi!